Artista | ARTE e CITTA’ a COLORI – Francesco Galvano

Artista | ARTE e CITTA’ a COLORI – Francesco Galvano

Arte e Città a Colori

Arte e Città a Colori è un’associazione nata per la riqualificazione di aree urbane, attraverso il contributo di famosi Street artist, ha sede in Roma Via Giovanni Faldella, 24 cell. 349 5621583. Nel suo progetto originario, promosso dal Presidente Francesco Galvano, era prevista la realizzazione di murales presso alcune delle stazioni ferroviarie di Roma e dintorni, grazie alla collaborazione di RFI (Rete Ferroviaria Italiana, proprietaria delle stazioni) che ha inizialmente fornito il suo sostegno e al Terzo Municipio che ha patrocinato l’intero progetto da qui il nome iniziale di Arte in stazione e città a colori), oggi modificata in Arte e Città a Colori proprio per indicare che il campo d’azione è esteso alla città di Roma e Provincia. Un numeroso gruppo di Street Artists, in forma volontaria e gratuita, ha messo a disposizione le proprie capacità artistiche e realizzato bellissimi murales presso le stazioni di Settebagni, Giustiniana, Nomentana, Pavona, Olgiata, Gemelli In queste prime opere gli artisti hanno cercato di ricreare temi legati alla vita quotidiana per trasformare le stazioni, significativi nella vita di una comunità e simbolo del movimento e dell’incontro, in un luoghi da rispettare e proteggere. Le stazioni, anche attraverso l’arte, acquisiscono una propria identità e possono divenire il punto di partenza per una riqualificazione del territorio.

In seguito ad atti vandalici compiuti da ignoti, è stato avviato un restyling della stazione Nomentana, dove gli artisti hanno realizzato murales che evocano la natura e il rispetto che l’essere umano dovrebbe avere nei suoi confronti e nei confronti dell’intera comunità in cui vive. Un vero e proprio “museo a cielo aperto”, che suscita ogni giorno l’ammirazione dei tanti cittadini.

Il favorevole riscontro avuto dalla popolazione ha generato una più ampia sfera d’azione, non solo limitata alle stazioni, ma più diffusamente alle aree urbane di Roma e provincia e si è pertanto passata dall’originaria Arte in stazione, all’attuale Arte e città a colori. Da qui gli interventi artistici realizzati sia nell’area romana che nei dintorni, passando dal terminal bus di Castel Gandolfo, alle numerose scuole di Roma e provincia, dalla sede della A.S.D. Polisportiva Tirreno, al Mercato Coperto del quartiere Tufello, solo per citare alcune delle location che hanno fatto da sfondo alla realizzazione di bellissimi murales.

Di particolare rilevo sociale è un murales realizzato presso il campo di calcetto nei pressi della città di Visso (MC). Nel disegno è rappresentato un insieme di persone che compongono, attraverso un
puzzle, il volto di una bambina sorridente a simboleggiare la ricostruzione dopo gli eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia.

PARCO JONIO

Il parco, oggi è diventato un luogo d’incontro e di cultura a disposizione del quartiere ed è diventato parte integrante dell’Estate Romana, al suo interno si realizzano numerosi eventi la cui Direzione Artistica è affidata ad Arte e Città a Colori che oltre all’organizzazione di spettacoli musicali e teatrali ha realizzato numerosi live painting, (realizzazione di pittura dal vivo), che
hanno catturato l’attenzione di un pubblico molto vasto. Altri live painting sono stati realizzati in occasione del “festival gallina rock” a Gallinaro (FR) e presso il Mercato Centrale della Stazione Termini a Roma.

Sono in corso di realizzazione mostre fotografiche e presentazione di libri tutti legati alla Street Art in collaborazione con le Biblioteche Comunali di Roma, di cui la prima è prevista per il 10 marzo 2018 con la partecipazione di 7 fotografi che esporranno foto di opere realizzate a Roma e la realizzazione di numerosi eventi collaterale quali: tre presentazioni di libri con la partcipazione di esperti d’arte, giornalisti, artisti e curatori d’arte; visite guidate del quartiere con guide esperte del settore: live painting di Lus57, ecc. La mostra avrà carattere itinerante e sarà spostata presso il Centro Culturale Gabriella Ferri e successivamente in altre Biblioteche Comunali per concludere il suo percorso presso il Macro di Via Nizza.

Il Miglio d’Arte

L’Associazione sta realizzando un grande progetto artistico, con un forte impatto sociale e di rilevanza pubblica, denominato “Il Miglio d’Arte”.
Il progetto ha avuto inizio nella prima metà del mese di agosto 2018 e consiste nella rigenerazione del quartiere periferico di Torraccia di San Basilio a Roma.
In particolare l’intervento mira a rigenerare una pista ciclabile che corre lungo il GRA e che è separato da dei pannelli fonoassorbenti.immerso in un parco.
Il progetto mira a realizzare dei murales su tali pannelli tale da creare un museo a cielo aperto fruibile gratuitamente da tutti gli abitanti del quartiere.
La particolarità del progetto è il coinvolgimento di diverse realtà associative presenti sul territorio, infatti partecipano il Gruppo Retake di Torraccia che si occupa di sfalciare l’erba e ripulire l’area, del Comitato di Quartiere che sensibilizza la popolazione di zona ed altre Associazioni culturali presenti nel quartiere.
Tutto ciò ha portato al coinvolgimento di una gran parte dei residenti che hanno partecipato attivamente alla realizzazione dei murales anche finanziando l’acquisto dei materiali necessari.
Il progetto prevede di dipingere oltre un KM di pannelli e ad oggi oltre 60 artisti hanno già dipinto più del 60% delle superfici disponibili.
Dalle foto allegate di alcuni dei murales presenti al “Miglio d’Arte”di particolare rilevo e di forte risonanza è quello dedicato a Fabrizio Moro, Ultimo e Alessandro d’Orazi.
Tre cantanti che vivono o che hanno vissuto a San Basilio/Torraccia, e che sono riusciti ad affrancarsi diventando famosi e diventando un esempio per i giovani del quartiere evidenziando che il talento e la determinazione sono una valida alternativa a percorsi, forse più semplici ed immediati, che li avvicinano alla malavita.
Il quartiere sta finanziando la realizzazione dell’opera e soprattutto molti volontari stanno partecipando per restituire il decoro al parco e alla pista ciclabile, oggi diventata metà di passeggiate di famiglie, ragazzi ed anche anziani. Insomma un luogo per tutti e non solo per chi la utilizzava in passato per fare solo attività fisiche.
Infine, nelle ultime foto si può vedere come i ragazzi della 3M dell’istituto Enaudi hanno partecipato e dato il loro contributo.
Insomma una larga partecipazione di cittadini del quartiere ed anche di altre parte di Roma.

Il presidente dell’associazione ARTE e CITTA’ a COLORI , Francesco Galvano, ha collaborato con il team di EXIT _ Migrare nelle Arti per la ricerca degli artisti protagonisti dell’evento, portando alla serata Uman e Daniela Melli di cui vi parleremo nei prossimi giorni!

About The Author

Francesca.effe

No Comments

Leave a Reply